TUTTI I SITI INTERNET DELLA AGL Alleanza Generale del Lavoro

sito EUROPE CHINESE NEWS :
http://www.ihuarenbao.eu

SITO AGL NAZIONALE:

http://agl-alleanzageneraledellavoro.blogspot.it/

SITI DELLE FEDERAZIONI E DEI SINDACATI NAZIONALI DI CATEGORIA ADERENTI ALLA AGL:

£ Commercio,Alberghi,Mense,Servizi (ALCAMS): http://alcams-agl.blogspot.it

£ Chimici,Tessili,Energia,Manifatture (ALCTEM): http://alctem-agl.blogspot.com

£ Legno,Edilizia e Affini (ALLEA): http://allea-agl.blogspot.it

£ Trasporti (ALT): http://alt-agl.blogspot.it

£ Metallurgici (ALM): http://alm-agl.blogspot.it

£ Assicurazioni e Credito (ALAC): http://alac-agl.blogspot.it

£ Agroindustria (ALAI): http://alai-agl.blogspot.it

£ Lavoratori della Conoscenza (ALCON): http://alcon-agl.blogspot.it

£ Lavoratori Pubblici (ALP): http://alp-agl.blogspot.it

£ Atipici e Socialmente Utili (ALASU): http://alasu-agl.blogspot.it

£ Comunicazioni (ALCOM): http://alcom-agl.blogspot.it

£ Pensionati (ALPENS): http://alpens-agl.blogspot.it

£ Inquilini, Assegnatari, Mutuatari (AIAM): http://aiam-agl.blogspot.it

£ Lavoratori America Latina (ALAL): http://alal-agl.blogspot.it

£ Emigrati e Immigrati ((ALEI): http://alei-agl.blogspot.it

£ Cooperative (ALCOOP): http://alcoop-agl.blogspot.it

£ Manager, Professionisti, Alte Professionalità, Dirigenti pubblici e privati (ADIR):

http://adir-agl.blogspot.it

£ Casalinghe (ALCAS): http://alcas-agl.blogspot.it

£ Artigianato e Piccole e Medie Imprese (ALAPMI): http://alapmi-agl.blogspot.it

SITI DEGLI UFFICI NAZIONALI CONFEDERALI AGL:

£ Sicurezza sul lavoro: http://agl-sicurezza-lavoro.blogspot.it

£ Welfare: http://agl-welfare.blogspot.it

£ Consumatori: http://agl-consumatori.blogspot.it

SITI CONFEDERALI DELLE AGL REGIONALI E PROVINCE AUTONOME:

£ Lombardia: http://agl-lombardia.blogspot.it

£ Valle D'Aosta: http://agl-valledaosta.blogspot.it

£ Piemonte: http://agl-piemonte.blogspot.it

£ Veneto: http://agl-veneto.blogspot.it

£ Friuli-Venezia Giulia: http://agl-friuli-venezia-giulia.blogspot.it

£ Trentino: http://agl-trentino.blogspot.it

£ Alto Adige : http://agl-alto-adige.blogspot.it

£ Liguria: http://agl-liguria.blogspot.it

£ Marche: http://agl-marche.blogspot.it

£ Emilia-Romagna: http://agl-emilia-romagna.blogspot.it

£ Toscana: http://agl-toscana.blogspot.it

£ Umbria: http://agl-umbria.blogspot.it

£ Lazio: http://agl-lazio.blogspot.it

£ Abruzzo: http://agl-abruzzo.blogspot.it

£ Molise: http://agl-molise.blogspot.it

£ Puglia: http://agl-puglia.blogspot.it

£ Campania: http://agl-campania.blogspot.it

£ Basilicata: http://agl-basilicata.blogspot.it

£ Calabria: http://agl-calabria.blogspot.it

£ Sicilia: http://agl-sicilia.blogspot.it

£ Sardegna: http://agl-sardegna.blogspot.it

SITI CONFEDERALI AGL ESTERO:

£ Brasile: http://agl-brasile.blogspot.it

£ Arabi: http://agl-arabi.blogspot.it

£ Cina: http://agl-cina.blogspot.it

£ Russia: http://agl-russia.blogspot.it

£ Filippine: http://agl-filippine.blogspot.it

£ Africa: http://agl-africa.blogspot.it

£ Europa: http://agl-europa.blogspot.it

£ India: http://agl-india.blogspot.it

£ Asia: http://agl-asia.blogspot.it

£ Paesi Anglosassoni: http://agl-anglosaxoncountries.blogspot.it

sabato 5 maggio 2012

MORTO IN CANTIERE, BUTTATO IN ACQUA SIMULANDO UN SUICIDIO. MA CHE ITALIA E' QUESTA?


Da CorrieredellaSera.it

“””””OPERAIO RITROVATO NEL TORRENTE A IMPERIA

Dato per suicida, sarebbe morto sul cantiere
Inchiesta sull'operaio trovato nel torrente

Gli inquirenti pensavano si trattasse di un suicidio, ma l'uomo
forse è stato buttato nel torrente dopo un incidente sul lavoro

MILANO - Pensavano si fosse suicidato e invece molto probabilmente è morto in cantiere in un incidente sul lavoro. La procura di Sanremo ha aperto un fascicolo per occultamento di cadavere, in merito al ritrovamento di un uomo, avvenuto una settimana fa, nel torrente Argentina a Taggia (Imperia). In un primo momento gli inquirenti pensavano che si trattasse di un suicidio o di una caduta accidentale, ora ipotizzano che l'uomo sia stato buttato nel torrente già morto, probabilmente a seguito di un incidente sul lavoro.

LE INDAGINI - Secondo i carabinieri che stanno svolgendo le indagini, non è escluso che la vittima sia deceduta in qualche cantiere edile, e poi si siano sbarazzati del corpo. Dall'autopsia, è risultato che l'uomo aveva delle lesioni toraciche e addominali, risultate mortali, e gravi traumi avvenuti dopo la morte. Secondo il medico legale, le lesioni letali sono compatibili con una precipitazione, così come quelle causate dopo la morte. L'uomo, oltre a numerose fratture e un trauma importante alla colonna vertebrale, aveva numerosi traumi interni. Le indagini ora proseguono non solo nei cantieri della zona, e della provincia di Imperia: i carabinieri non escludono che l'incidente possa essere avvenuto anche in Piemonte o nella vicina Costa Azzurra. I militari sono stati in alcuni cantieri aperti nei pressi del luogo del ritrovamento del corpo, senza trovare elementi utili per l'indagine. Il corpo è ancora senza identità e questo lascia pensare che si possa trattare di un lavoratore in nero o di uno straniero non in regola.
Redazione Online4 maggio 2012 | 17:10”””””””


Leggendo questa notizia è, per gli assidui appassionati della cronaca nera, facile associarla a altre tragiche notizie di morte riguardanti povere ragazze, provenienti dai paesi del terzo mondo,sfruttate dal mercato del sesso e spesso trovate, analogamente a questo altro essere umano, usate e gettate, in una roggia o in un dirupo, senza un volto, senza un nome, senza una storia.
Ci siamo scandalizzati, a suo tempo, per stragi di guerra , folli manifestazioni di una parte perversa del potere, dell'economia e dell'umanità. Tragedie lontane. Ma spesso alibi per molti di noi per non guardare dentro casa nostra, dove spesso accade di peggio.
Ma che razza di Italia, di Europa, di Occidente civile è questo dove un operaio edile immigrato clandestino possa perdere non solo la vita ma, prima ancora, ogni dignità e rispetto dovuti anche al peggiore degli esseri umani?
Grazie alle Forze dell'Ordine e alla Magistratura questo caso forse potrà trovare una soluzione. Ma prima, cosa si è fatto? Quale è stata la prevenzione delle Autorità ispettive del lavoro, quale l'efficacia delle leggi sulla sicurezza che (dicono coloro che campano solo di corsi di formazione) “tutto il mondo ci invidia”, quale la responsabilità sociale delle aziende e delle associazioni datoriali? Perchè non si dica che, in un determinato territorio, chi organizza gran parte degli imprenditori non sappia chi opera correttamente e chi in maniera sleale se non criminale.Solo che, in Italia, tutti abbiamo l'accortezza di non denunciare prima, di farci gli affari nostri...Finchè non ci scappi il morto o meglio, ora diremmo, alla luce di questo caso, finchè il morto “non si trovi” e in aggiunta, finchè non si trovi un poliziotto o magistrato onesto e scrupoloso.
Le nostre città sono piene di telecamere: in metro, davanti alle banche, allo stadio. Milioni di euro per sapere i fatti nostri. Ma, fatalità, sembra che attorno ai cantieri le telecamere non possano funzionare. Paradossalmente, quello edile sembra il settore in cui, in materia di sorveglianza a distanza dei lavoratori, le garanzie della L.300/70 siano più rispettate che altrove. Dobbiamo aspettare le Jene per avere delle testimonianze filmate di nascosto del lavoro nero nei cantieri italiani o non sarebbe il caso che gli Organi ispettivi comincino ad attrezzarsi, magari coprendone i costi con un contributo di solidarietà prelevato sugli stipendi milionari dei dirigenti della Pubblica Amministrazione che sarebbero pagati proprio per scongiurare le morti sul lavoro?